sabato 14 giugno 2014

LO SCRITTORE CHE USAVA SEMPRE IL PASSATO

Sulle rive del fiume Krk, dopo molte caraffe di vino dalmata e un bagno in acque gelide, qualcuno degli scrittori ubriachi lanciò una sfida. Chi sarebbe riuscito a scrivere una bella storia d'amore in meno di venti parole? Lo scrittore che usava sempre il passato scrisse:

     He was a writer who always used the past tense.
     Then he met a woman.
     She was a present.

Contò le parole: erano diciannove. Di certo se ne poteva ancora togliere qualcuna, ma che importanza aveva? Sorrise della futilità delle cose da scrittori, si sdraiò al sole per asciugarsi e chiuse gli occhi, pensando al suo dono.

6 commenti:

  1. Che magia Capitano, i giorni in Croazia ti hanno ispirato e questi ultimi due post lo dimostrano, ne sono molto felice, grazie.

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. volevo scriverti qualcosa di veramente particolare ma la pagina rimaneva bianca.Semplice,quello che hai scritto parla anche per me

    RispondiElimina
  4. Poi, ad un tratto, apri' gli occhi e vide lo scrittore che usava sempre il futuro e questo gli disse:
    Io sono uno scrittore che usa sempre il futuro perche' e' li' che voglio andare allora un giorno incontrero' una donna e lei sara' il mio futuro

    RispondiElimina
  5. carlo brugnone6 luglio 2014 16:35

    Un vecchio scrive al presente del suo presente. Da dietro un vetro infrangibile una donna lo guarda: è il passato.

    RispondiElimina
  6. ho adagiato sofia sul comodino.
    avevo l'urgenza di iniziare cortazar.
    arriverà in estate, sofia, a bussare.

    scopro per caso il tuo blogghe.
    l'aria è irrespirabile oggi, ma questa è davvero una bella scoperta.




    RispondiElimina